VISITA ANGIOLOGICA

 

 

La visita angiologica viene effettuata per curare una patologia già manifesta o per prevenire eventuali complicazioni riguardanti due settori della circolazione: arterioso  e venoso. Si occupa quindi si svariate patologie tra cui: l’aneurisma, l’embolia, l’aterosclerosi, la trombosi e la dissecazione dell’aorta.

 

Nella prima parte della visita il medico raccoglie l’anamnesi  del paziente, ossia la storia clinica. Va quindi ad individuare eventuali  fattori di rischio, come fumo, ipertensione, diabete, ed eventuali sintomi riscontrati dal paziente.

 

Successivamente il medico procede nella palpazione delle sedi arteriose più accessibili e ascoltando poi attraverso il fonendoscopio per rilevare la presenza di soffi vascolari, indicanti un’anomalia.

 

Il paziente viene fatto mettere anche in posizione eretta per evidenziare la presenza di varici o zone di arrossamento anomale, che indicano un’infiammazione della parete venosa.
Spesso durante la prima visita angiologica si utilizzano anche particolari strumenti diagnostici per analizzare vene e arterie, come ad esempio l’ecodoppler.

 

Si tratta di una tecnica che permette di effettuare la diagnosi attraverso l’utilizzo degli ultrasuoni, visualizzando una rappresentazione grafica del movimento del sangue nei vasi sanguigni ed eventuali alterazioni. L’esame si effettua con l’applicazione di un gel che aiuta la corretta trasmissione degli ultrasuoni emessi dalla sonda.

 

QUANTO COSTA UNA VISITA VASCOLARE?

€ 100,00

CONSULENZE CARDIOLOGICHE
ELETTROCARDIOGRAFIA BASALE
ELETTROCARDIOGRAFIA DINAMICA
ELETTROCARDIOGRAFIA DA SFORZO
DIAGNOSTICA STRUMENTALE
ECOCARDIOGRAFIA
ECODOPPLER TSA
ECODOPPLER AAII